Riparatore Forum Riparazioni Elettroniche per Riparatori ed Appassionati Powered by Forumgratis.com

  Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza,
  e per farti visualizzare contenuti pubblicitari personalizzati, questo sito usa cookie anche di terze parti.
  Chi sceglie di proseguire nella navigazione esprime il consenso all'uso dei cookie. informativa e revoca consensi qui .
 





  Reply to this topic Apri una nuova discussione Start Poll

> Inauguriamo il thread, Old Scope DUMONT
Hardisk
Inviato il: May 28 2005, 07:51 PM
Quote Post


Guru
***

Gruppo: Moderatori_Storici
Messaggi: 17409
Utente Nr.: 4
Iscritto il: 10-July 04



Ciao
Tanto per inaugurare il THREAD!

Sono in possesso da un tempo ormai immemorabile di un vecchio oscilloscopio DUMONT interamente a valvole
Non lo uso piu', a causa dell'ingombro e della bassa gamma in frequenza, ma mi resta come ricordo di un uso glorioso dai tempi delle scuole medie, fino all'universita'

Dovrei avere lo schema da qualche parte e, tempo permettendo, intenderei rimetterlo in sesto
Il problema che presenta e' il seguente:
Il trasf. di alimentazione si era bruciato, molti anni fa. Lo avevo fatto riavvolgere e l'apparecchio ha ripreso a funzionare, ma dopo qualche tempo e' bruciata la parte del trasformatore che alimenta il filamento del tubo. No problem, si potrebbe pensare, basta alimentare il filamento dall'esterno con un proprio trasformatore,ma...c'e' un probleme: Il filamento si trova a un potenziale intermedio fra la massa e i 3000 volt (funge anche da catodo) percio' qualunque trasformatore interpongo brucia o fa archi voltaici

Grazie


Un consiglio:
Come potrei risolvere il problema, senza sostituire l'intero trasformatore?

Ovviamente non e' una cosa importante e non so se trovero' mai il tempo di farlo, ma e' un caro ricordo
Grazie...intanto inauguriamo questa parte del Forum

Hardisk


--------------------
Der Rest ist Rauch !

Member is OfflinePMEmail Poster
Top
Hardisk
Inviato il: May 29 2005, 07:41 PM
Quote Post


Guru
***

Gruppo: Moderatori_Storici
Messaggi: 17409
Utente Nr.: 4
Iscritto il: 10-July 04



Non c'e' nessuno che abbia un'idea geniale e semplice ??
Grazie

HD 1_my_roger.gif 1_my_roger.gif 1_my_roger.gif


--------------------
Der Rest ist Rauch !

Member is OfflinePMEmail Poster
Top
nemesis
Inviato il: May 29 2005, 09:57 PM
Quote Post


Amministratore
***

Gruppo: Admin
Messaggi: 4104
Utente Nr.: 2
Iscritto il: 9-July 04



ciao l'unica idea che ho abbastanza casereccia ...

in teoria basta un trasformatore vecchio di une certa potenza a cui rifare gli avvolgimenti , uno a 220 con filo normale ... ed uno alla tensione di filamento
fatto con del filo isolato molto molto bene , per esempio tipo quello che dal
traformatore eat va alla ventosa , piu' potente il trasformatore meno spire servono
piu' spazio c' per lavorare , certo trovare quel tipo di filo non facile ...

in alternativa usi del filo normale ma dopo ogni strato ci passi sopra la carta isolante
per i trasfromatori ( meglio due o tre passate ) e fissi bene il tutto con del buon nastro isolante ( sarebbe meglio quello non adesivo per macchine elettriche purtroppo oggi difficile trovarlo ) facendoci magari un bel giro sopra e poi continui non lo strato successivo di avvolgimento , avendo cura di mantenere lo stesso verso di rotazione
( ma questo penso che lo sapevi gia' )

ciao da Lorenzo

Member is OfflinePMEmail Poster
Top
Hardisk
Inviato il: May 29 2005, 10:08 PM
Quote Post


Guru
***

Gruppo: Moderatori_Storici
Messaggi: 17409
Utente Nr.: 4
Iscritto il: 10-July 04



Ciao
Ti ringrazio!
Avevo gia' provato con qualcosa di simile, ma c'erano scariche dappertutto...

Considerando che il filamento mi pare sia da 1,2 volt, potrebbe bastare il cavo di una ventosa eat (quello non lo avevo provato, se ben ricordo) Magari usero' un grosso nucleo anche se esteticamente non sara' la miglior soluzione

Allora l'unico sistema funzionante era quello di saldare per bene una pila sui terminali del filamento, con interrutore da accendere NATURALMENTE PRIMA DELL'USO!!! ma la durata era ridicola!!!!!

Come ho gia' affermato, la cosa non e' importante e il tempo a disposizione e' poco, ma e' un vero cimelio, acquistato un'era geologica fa, e pure usato!!!!
In pratica e' un apparecchio adatto solo a usi in bassa frequenza, ma quanti strumenti, amplificatori, filtri e casse acustiche avevamo costruito da ragazzini con l'utilizzo del vecchio Dumont!!! Rivedendolo ricordo il passato...

Ciao

HD
1_my_roger.gif 1_my_roger.gif thanx.gif thanx.gif


--------------------
Der Rest ist Rauch !

Member is OfflinePMEmail Poster
Top
nemesis
Inviato il: May 29 2005, 10:21 PM
Quote Post


Amministratore
***

Gruppo: Admin
Messaggi: 4104
Utente Nr.: 2
Iscritto il: 9-July 04



ciao , allora supponendo che riesci a trovare un trasformatore da 50 watt

( deve avere una sezione della torretta centrale di 9,24 cm quadri )

ti servono per la 220 1122 spire di filo da 0,35 mm di diametro ( non sono critiche
anche 1100 o 1200 vanno bene , pero' le tabelle mi danno questo valore )

sul secondario dovrai avvolgere ( prima devi fare il primario )
5,3 spire per ogni volt da ottenere

se hai un vecchio trasformatore e mi dai le misure dei lamierini ti dico la potenza e le spire

buon restauro ! wink[2].gif

Lorenzo

Member is OfflinePMEmail Poster
Top
Hardisk
Inviato il: May 29 2005, 10:28 PM
Quote Post


Guru
***

Gruppo: Moderatori_Storici
Messaggi: 17409
Utente Nr.: 4
Iscritto il: 10-July 04



Ciao
Pensavo di utilizzare un pacco lamellare da circa 150-200w in modo da avere un minor numero di spire come secondario, poi, eliminare il secondario e riavvolgerlo con il cavo ad alto isolamento, per risparmiare tempo! E' menosissimo riavvolgere un primario a 220v!!

Un tempo lontano me li costruivo da solo ! E dovrei avere ancora (chissa' dove) le tabelle con le misure del nucleo, le sezioni, le spire ecc> In ogni caso ti ringrazio dell'interessamento

Appena decidero' di riesumarlo te lo faro' sapere, purtroppo sono migliaia le cose che dovrei fare (e restaurare, mobili antichi compresi) ma non riesco neppure a riordinare il laboratorio!,,,,,,,,, In questo ha ragione ...chi sappiamo!
Ciao
Donald 1_my_roger.gif 1_my_roger.gif thanx.gif


--------------------
Der Rest ist Rauch !

Member is OfflinePMEmail Poster
Top
nemesis
Inviato il: May 29 2005, 10:38 PM
Quote Post


Amministratore
***

Gruppo: Admin
Messaggi: 4104
Utente Nr.: 2
Iscritto il: 9-July 04




be' si cosi' effettivamente risparmi spire e se riesci a togliere il solo
secondario anche tempo ... ( concordo la 220 una bella seccatura ,
io perdevo sempre il conto delle spire )

solo un dubbio ... poi ci va nel mobile dell'oscilloscopio ?

possibilmente non di fianco al tubo se no le forme d'onda diventano particolarmente sinuose ... My_Sorriso.gif

io le tabelle ce le ho ( un pochino piu' a portata di mano forse )

quando cominci fammi sapere che se ti servono te le mando

salutoni

1_my_roger.gif 1_my_roger.gif 1_my_roger.gif

Lorenzo

Member is OfflinePMEmail Poster
Top
Hardisk
Inviato il: May 29 2005, 10:50 PM
Quote Post


Guru
***

Gruppo: Moderatori_Storici
Messaggi: 17409
Utente Nr.: 4
Iscritto il: 10-July 04



Ciao
Pensavo di metterlo accanto all'oscilloscopio, in modo da farlo funzionare , per poterlo ritarare e controllare
Se tutto andra' OK potro' rimetterlo in 'bella' facendo riavvolgere il trasformatore da una ditta che conosce un mio amico. Ho ancora (da qualche parte) il diagramma di costruzione del trasformatore stesso. Penso sara' meglio agire cosi', per evitare perdite di tempo e di denaro inutili. Non so in che stato sia il cinescopio! Le valvole non mi preoccupano perche' dovrei averne un po' di scorta

Ti terro' informato

Donald 1_my_roger.gif thanx.gif 1_my_roger.gif


--------------------
Der Rest ist Rauch !

Member is OfflinePMEmail Poster
Top
Intiglietta
Inviato il: Jun 26 2005, 09:31 PM
Quote Post


Guru
***

Gruppo: Members
Messaggi: 3643
Utente Nr.: 456
Iscritto il: 6-February 05



Comunque Philips produce dei tubini catodici da 5" che vende ancora adesso per chi vuol fare dei progetti ed esperimenti. Io proverei ad alimentare il filimento con l' uscita di un trasformatore e raddrizzata, e abbassata (avevo pensato ad uno switching regolabile o al caro vecchio LM317 che arriva proprio a 1.2V) ma poi si snatura l' apparecchio !

Member is OfflinePMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topic Apri una nuova discussione Start Poll

 




Provided by Forumgratis.com - Crea il tuo forum Gratis ora - Segnala Abuse

Coolnetwork Hosting Solution