Versione stampabile della discussione
Clicca qui per visualizzare questa discussione nel suo formato originale
riparatore > Apparecchi d' Epoca > Tester ICE 680R


Inviato da: Hardisk il Jul 12 2010, 08:39 AM
http://www.icestrumentazione.it/ProdMultAnalog.html

HD

Inviato da: scalzomen il Jul 12 2010, 09:49 AM
QUOTE (Hardisk @ Jul 12 2010, 09:29 AM)
http://www.icestrumentazione.it/ProdMultAnalog.html

HD

Deve essere un bello strumento soprattutto da tenere...

magari un giorno me lo compro per onore a voi tecnici...quanto costa all'incirca?

Inviato da: Hardisk il Jul 12 2010, 09:56 AM
A parte il fatto che i tester analogici sono ancora imbattibili, per certe funzioni, l'ho visto a prezzi variabili attorno agli 80/90 €

Il tester analogico ha l'incommensurabile vantaggio di 'caricare' il circuito, pertanto puo' aiutare a ignorare tensioni fantasma' dovute ad anelli di massa o fungere da resistenza di carico, sopratutto in circuiti ad alta impedenza (vedi valvole..)

Nei vecchi TV valvolari era essenziale !'

Lo tengo sempre a portata di mano!!

HD 1_my_roger.gif 1_my_roger.gif 1_my_roger.gif 1_my_roger.gif 1_my_roger.gif 1_my_roger.gif

PS A volte si trova in certi mercatini, a prezzi inferiori, oppure su ebay

Inviato da: alessioblaupunkt il Jul 12 2010, 10:52 AM
Un paio di anni fa l'avevo visto anch'io attorno ad un'ottantina di euro, oggi che tutto aumenta mi aspetto che il prezzo sia salito.
Sono contento che venga ancora prodotto, credo che tra gli analogici non abbia nulla da imparare da altri concorrenti.
Prodotto vincente non si cambia.
Ritengo che il metodo balistico utilizzabile per testare condensatori non trovi eguali rispetto ad un qualsiasi digitale con capacimetro incorporato.
Inoltre la portata 50uA la considero fondamentale per controllare la corrente di scarica dei condensatori al di sotto dei 33uF, in un circuito con una resistenza in serie di 1k8 ohm.
Le mie conoscenze in merito ai digitali sono molto ristrette, ma trovo assai difficile giudicare la bonta' di un elettrolitico con un multimetro digitale, perche' non e' possibile adottare il metodo balistico! (Non ha la lancetta).

Inviato da: Hardisk il Jul 12 2010, 09:41 PM
Ovviamente un multimetro digitale e' poco adatto a una prova balistica di un condensatore: occorrerebbe posizionarlo su ohm e poi osservare la caduta di tensione, ma e' noioso e poco utile, ma e' invece utilissimo avere un buon capacimetro.

HD 1_my_roger.gif

Inviato da: al8503 il Jul 12 2010, 10:09 PM
Salve ragazzi,

diciamo anche che per i condensatori elettrolitici oggi, il capacimetro, oltre che l'isolamento, dovrebbe poter misurare la resistenza in serie.

Dico questo perché nei vari tipi di alimentatori switching od inverter che vengono usati oggi ( o forse ieri), i condensatori hanno questo problema, di aumentare la propria resistenza in serie.

Quindi ( a parer mio ) per i condensatori elettrolitici, il primo strumento è l'occhio, il secondo è un ESR ed il terzo un capacimetro.

Per quanto riguarda l'articolo, il mio preferito che è il primo che ho avuto è l' ICE 680E.

1_my_roger.gif

Inviato da: digirunner il Jul 12 2010, 10:35 PM
Carissimi, vi parla un "matto" CHE COLLEZIONA STRUMENTI...

ho anche io un 680R nuovo imballato, che ha una decina di anni, e ho anche molti altri multimetri e voltmetri elettronici, sia analogici che digitali, e non sto parlando di cineserie, ma di strumenti che costavano milioni, di vecchie lire, naturalmente.
Ovviamente ho questi strumenti anche in funzione della mia professione di un tempo, mi occupavo di R&D e progettazione.

Tutto questa premessa per dirvi: se dovete testare dei condensatori, anche in-circuit, misurando con precisione e simultaneamente, CAPACITA' ed ESR, NON esiste niente di meglio che questo:

http://www.peakelec.co.uk/acatalog/jz_esr70.html

NON è per fargli pubblicità, ma io ce l'ho da un annetto ed è fantastico (e lo dice, appunto, un appassionato di strumentazione)

L'ho comperato direttamente dal produttore, risparmiando qualcosa, arriva in pochi giorni dal Regno unito, pagamento con carta di credito, spese di spedizione onestissime.

Prendetevene uno e mi ringrazierete OGNI VOLTA che lo usate wink[2].gif

Inviato da: al8503 il Jul 12 2010, 11:06 PM
Ciao digirunner,

bello come strumento, anche perché ce ne sono due in uno e tra l'altro non costa nemmeno molto per lo strumento che è, mi piace!

Io oramai essendomi costruito con revisioni e correzioni, lo schema di N E ho imparato a conoscerlo e devo dire che è molto valido anche su componenti sempre su circuito, mi sono fatto una specie di pinza/puntale per avere velocità e facilità nell'uso.

Se avessi visto prima codesto, senz'altro l'avrei preso, sarà per la prossima volta.

Rafforzo ancora che lo strumento affidabile è l'unico strumento ed un ESR oggi ha il suo valido utilizzo.

my_bye.gif my_bye.gif

Inviato da: digirunner il Jul 12 2010, 11:16 PM
credimi è eccezionale 1_my_roger.gif

io ho la versione plus, che per poco di più ha anche il sonoro... e non un semplice bip, ma suoni diversi per diverse soglie di esr (così puoi neanche guardare il display, quando vuoi dare una controllata veloce a una serie di condensatori) e suoni specifici per errori e guasti netti del condensatore in test.

una volta imparato a conoscerlo, il lavoro fila via velocissimo e senza incertezze, pensa a tutto il microcontrollore! smile0.gif

Inviato da: al8503 il Jul 12 2010, 11:31 PM
ti credo, ne sono convinto, ancor più efficace con le diverse note.1_my_roger.gif

Io ora senz'altro non lo prenderò, mi è soddisfacente il mio.

Voglio solo sperare che ci siano altri ragazzi od anche tecnici che leggendo queste botta & risposta, si convincano sull'acquisto.

E' senz'altro un suggerimento molto valido.

my_bye.gif my_bye.gif

Inviato da: scalzomen il Jul 13 2010, 03:32 PM
Lo prenderei volentieri...anzi probabilmente lo prenderò appena posso

solo che per chi fa il tecnico per hobby e per passione purtroppo farsi l'attrezzatura costa e non si ammortizza facilmente...

Grazie della segnalazione.

Inviato da: Hardisk il Jul 13 2010, 06:13 PM
Della stessa Casa eera simpatico anche il Microtester che credo non venga piu' prodotto. Le prestazioni erano simili a quelle del 68or, ma in uno spazio assai ridotto. Ne avevo due, ma non ne trovo neppure uno...forse un giorno salteranno fuori

HD 1_my_roger.gif

Inviato da: digirunner il Jul 13 2010, 07:47 PM
Ciao Hardisk

sai qual'è la caratteristica che distingue i tester ICE da tutti gli altri, anche rinomati marchi stranieri? Sono sicuro che lo hai notato....
Il movimento "frenato e preciso" dell'indice!
In tutti gli altri, prima di fermarsi sul valore reale della misura, l'indice oscilla avanti e indietro diverse volte, facendo COME MINIMO, perdere tempo.
Negli ICE invece, l'ago parte a razzo e si ferma immediatamente e senza incertezze nel punto giusto.
NON ho mai capito come facciano a realizzare ciò blink.gif però è bellissimo!

Di ICE ho anche un Luxmetro professionale, Un "megger" elettronico, vale a dire un megaohmetro per la misura degli isolamenti con tensione di 250-500-1000V, costruiti benissimo, in stile "680R" ma più grandi e realizzati ancor più professionalmente.
Se vi interessa vi posto una foto, sono oggetti rari, prodotti in piccola serie.

Inviato da: scalzomen il Jul 13 2010, 11:24 PM
si vai con le foto che è bello vederli...

thanx.gif

Inviato da: digirunner il Jul 14 2010, 11:04 AM
Uffa! blink.gif sarò rincoglionito dal caldo, ma non mi ricordo come si inseriscono le immagini (non dalla rete, ma dal mio hard disk) e anche negli "aiuti" non trovo niente....

help me! wink[2].gif

Inviato da: Hardisk il Jul 14 2010, 12:56 PM
Scegli formati gif jpg o png...Basta cliccare su 'sfoglia' (dalla funzione del forum) e cercare il file nel PC...purche' ricordi dove lo hai messo.........


Anche i tester Chinaglia non erano male. Avevo un Cortina Major U.S.i. con iniettore (40kohm/v) che funzionava veramente bene, finche' non cadde dal terrazzino.........e ..addio strumento!

HD blink.gif

Inviato da: scalzomen il Jul 14 2010, 02:17 PM
A che serve l'iniettore?


QUOTE (Hardisk @ Jul 14 2010, 01:46 PM)
funzionava veramente bene, finche' non cadde dal terrazzino.........e ..addio strumento!

HD blink.gif

laugh.gif huh.gif

Inviato da: Hardisk il Jul 14 2010, 03:30 PM
L'iniettore e' un multivibratore che genera diverse armoniche, pertanto serve a
scoprire dove si trova un'interruzione del passaggio di un segnale. E' utile sia in bassa che in media frequenza e, in certi casi, anche in alta.

HD 1_my_roger.gif

Inviato da: digirunner il Jul 14 2010, 05:04 PM
Grazie HD! thanx.gif

bei tempi quelli in cui si poteva riparare quasi tutto con un tester analogico e un iniettore! rolleyes[2].gif

Inviato da: bacanaz il Jul 14 2010, 05:18 PM
io ho un 680 r e 2 680g tutti funzionanti , e in fiera ho trovato le schede premontate pronte per esser sostituite alla cifra di 2,50 euro l'una

aggiungo che di tester digitali non ne voglio prorio sapere, come mio papa che ha sotituito il suo microtest80 per un digitale kinzo che è durato ben poco per far spazio di nuovo al microtest!

Inviato da: Hardisk il Jul 14 2010, 06:25 PM
I tester digitali (quelli buoni) servono per misure precise, in particolare negli attuali circuiti a bassa tensione e alte impedenze, infatti non caricano il circuito, pertanto le misurazioni sono attendibili, in gran parte dei casi. Ritengo che occorra sempre affiancare un tester analogico a uno digitale: entrambi sono utili.
In ogni caso il tester analogico e' piu' 'umano', come la valvola nei confronti di un semiconduttore!!!!!!

HD 1_my_roger.gif

P.S. In almeno il 50% delle riparazioni effettuate, ho impiegato il mio ICE 680R!!!!!

Inviato da: Hardisk il Jul 14 2010, 08:06 PM
Un altro tester, poco conosciuto, ma valido e' questo ISKRA UNIMER33 del quale ho trovato tutta la doxumentazione su un sito slavo.
Devo ammettere che e' indistruttibile: ha subito persino gli effluvi dell'acido solforico, senza subire danni sostanziali!

HD 1_my_roger.gif

Inviato da: gbattista il Jul 14 2010, 08:49 PM
QUOTE (Hardisk @ Jul 12 2010, 08:29 AM)
http://www.icestrumentazione.it/ProdMultAnalog.html

HD

Come l'avete risolta la sostituzione con la pila di 3volt. Io ce l'ho nel cassetto...,

Inviato da: Hardisk il Jul 14 2010, 08:53 PM
Le fabbricano di nuovo e, in qualche buon negozio di articoli elettrici, si trovano!

HD
In alternativa basta sostituire la pila da 3V con una al litio con i terminali a saldare.

HD 1_my_roger.gif

Inviato da: bacanaz il Jul 14 2010, 09:12 PM
QUOTE (digirunner @ Jul 13 2010, 07:37 PM)
Ciao Hardisk

sai qual'è la caratteristica che distingue i tester ICE da tutti gli altri, anche rinomati marchi stranieri? Sono sicuro che lo hai notato....
Il movimento "frenato e preciso" dell'indice!
In tutti gli altri, prima di fermarsi sul valore reale della misura, l'indice oscilla avanti e indietro diverse volte, facendo COME MINIMO, perdere tempo.
Negli ICE invece, l'ago parte a razzo e si ferma immediatamente e senza incertezze nel punto giusto.
NON ho mai capito come facciano a realizzare ciò blink.gif però è bellissimo!

Di ICE ho anche un Luxmetro professionale, Un "megger" elettronico, vale a dire un megaohmetro per la misura degli isolamenti con tensione di 250-500-1000V, costruiti benissimo, in stile "680R" ma più grandi e realizzati ancor più professionalmente.
Se vi interessa vi posto una foto, sono oggetti rari, prodotti in piccola serie.

se noti la lancetta ICE sale molto più lenta delle altre lancette e quindi va subito ad indicare la divisione senza oscillare. penso sia una questione di molle antagoniste e contrappesi. una cosa che non mi piace del nuovo 680r : per la portata ohm non ha più l'azzeramento manuale ma quelle automatico e in quei pochi che ho usato a scuola non ne andava neanche uno ( l'ago andava a sbattere a fondoscala), poi il tasto A-V X2 comodo per raddoppiare il fondoscala ma l'hanno levato mi sembra perchè non era più a norma non so perchè poi...

Inviato da: Hardisk il Jul 15 2010, 03:43 PM
Quando c'e' qualcosa di valido, viene eliminato da assurde e dispendiose normative, parenti strette di quelle che misurano i... dodici centimetri delle banane...
No comment
HD default_angry.gif

Inviato da: alessioblaupunkt il Jul 15 2010, 09:47 PM
QUOTE
Come l'avete risolta la sostituzione con la pila di 3volt.

Il 680G IV serie ha la pila da 1.5 Volt. Per il 680G III serie e precedenti:
Soluzione poco ortodossa: serie di 2 AAA 1.5 Volt
-> Rendere ruvida la superficie dei poli delle pile
-> Stagnare i poli delle pile avendo l'accortezza di far raffreddare la pila tra il riscaldamento di un polo e dell'altro.
-> Utilizzare filo elettrico isolato per collegare il + della serie al + del circuito ICE.
-> Utilizzare filo elettrico isolato per collegare il - della serie al - del circuito ICE.
-> Utilizzare filo elettrico isolato per collegare il + della pila rimanente con il - dell'altra pila che sara' ovviamente libero.
-> Utilizzare nastro isolante per isolare il pacco pile abusivo.
-> Et voila'! Il tutto alloggiabile nello scompartimento previsto per la vetusta 3V.

Lo spazio abbonda, permette la serie di una AA con una AAA.
Non permette la serie di 2 AA.
Al giorno d'oggi con 2 AAA si ottiene corrente sufficiente per tempi considerevoli.

P.S.
Mi dispiace aver innescato discussioni su altri prodotti, questo ufficialmente e' il post del 680!

Inviato da: gbattista il Jul 15 2010, 10:19 PM


P.S.
Mi dispiace aver innescato discussioni su altri prodotti, questo ufficialmente e' il post del 680! [/QUOTE]
Non mi sembra che si sia parlato esclusivamente del tester 680r in questo post. Grazie comunque!

Inviato da: Hardisk il Jul 16 2010, 07:26 AM
Il mio 680R ha la batteria da 3 VOLT! Il tipo di batteria poteva cambiare a seconda della serie. Il mio e' di serie IV, pertanto ha la pila da 3V.
HD 1_my_roger.gif


Inviato da: digirunner il Jul 16 2010, 11:52 AM
Soluzione semplice semplice (e migliorativa) per il problema "pila torcetta 3V"

prendete l'involucro della vecchia pila (dopo aver estratto gli elementi interni, basta premere il polo positivo) allargate leggermente il foro del polo positivo in modo da far emergere il polo positivo di una pila da 3V al litio di tipo CR123A, riempite lo spazio rimanente fino al polo negativo della vecchia pila con alluminio da cucina ben pressato!

se non avete più la vecchia pila prendete un foglio da lucido, di quelli trasparenti e leggermente rigidi, tagliatelo su un lato alla lunghezza di una pila da 3V (o due come nella foto che allego, per sostituire due pile) poi arrotolatelo su se stesso per un paio di giri, intorno alla pila e fissatelo con un po' di scotch trasparente lungo tutta la lunghezza e con un anello in cima e in fondo, riempite gli spazi vuoti col solito alluminio domopak....

Inviato da: digirunner il Jul 16 2010, 12:01 PM
Eccovi finalmente le foto promesse:

Nella prima il 680R nuovo di pacca (ma vecchio tipo, sesta serie) con accanto un delizioso termometro, nuovo di pacca anche lui, credo dedicato al condizionamento, ha lo "zero centrale" che corrisponde a 20° e scala che si estende da 10 a 30° con ottima precisione (confrontato con termometri da oltre mille €) e indicatore a led lampeggiante di batteria carica.

Inviato da: digirunner il Jul 16 2010, 12:03 PM
uffa, non sono riuscito a mettere due foto, sono un incapace rolleyes[2].gif

ecco la foto del 680R col termometro accanto:

Inviato da: digirunner il Jul 16 2010, 12:08 PM
questa invece la foto del 680R con un fratellone cresciuto: stesso contenitore ma più grande, con sotto lo sportello delle sonde, questo è il misuratore di isolamento:

Inviato da: digirunner il Jul 16 2010, 12:10 PM
e questo invece è il LUXMETRO, potrei postare altre foto, per esempio delle sonde, ma non voglio caricare troppo il forum. smile0.gif

Inviato da: Hardisk il Jul 16 2010, 04:12 PM
In ogni caso le batterie da 3 volt si trovano ancora (o di nuovo) in commercio

La batteria e' siglata 2r10


http://italian.alibaba.com/product-gs/manganese-battery-2r10-3v-221408707.html


http://www.b2b.accupower.at/product_info.php?info=p3818_Battery-2R10-Duplex-battery--2R10R--3010--2010.html&XTCsid=b9e6c5233d01dd8896c16b8d84b03728


http://www.amazon.co.uk/Camelion-2R10-Battery-3V-Cadmium/dp/B000MPMG46


http://www.lelettronicaasti.it/mag/listini/batte.aspx

hd my_bye.gif

Inviato da: digirunner il Jul 16 2010, 04:40 PM
BENE a sapersi Donald! smile0.gif

appena mi capitano a tiro ne compro qualcuna, se non altro per avere il "guscio"

con la litio si hanno alcuni vantaggi:

1)stabilità della tensione, non occorre quasi mai regolare l'azzerramento dell'ohmetro

2)bassa autoscarica, la batteria durerà almeno 10 anni in caso di uso normale

3)nessuna perdita chimica e quindi nessun danno anche se dimenticate per anni dentro lo strumento


my_bye.gif

Inviato da: Hardisk il Jul 16 2010, 04:46 PM
E'vero: le batterie al Li durano anni!

HD 1_my_roger.gif

Inviato da: digirunner il Jul 16 2010, 05:06 PM
HD, mi rendo, rileggendo, conto di essere uscito dall'argomento della discussione.

Se credi puoi ripulire il thread, e se pensi sia utile, aprirne un altro con il materiale scartato, dal titolo, per esempio: Strumentazione Italiana, oppure strumentazione Italiana vintage, strumentazione vintage e basta o come ti pare My_Sorriso.gif

ci sarebbe da far conoscere ai tecnici "giovincelli" il nostro glorioso passato in questo campo: CHINAGLIA, CCM, MEGA, Unaohm e altri marchi oramai estinti.

Nel caso potrei postare foto di altri strumenti del genere.

my_bye.gif

Inviato da: Hardisk il Jul 16 2010, 05:51 PM
Mi pare proprio che gli argomenti postati siano pertinenti al thread!!!

HD 1_my_roger.gif 1_my_roger.gif

Inviato da: scalzomen il Jul 16 2010, 06:34 PM
QUOTE (Hardisk @ Jul 16 2010, 06:41 PM)
Mi pare proprio che gli argomenti postati siano pertinenti al thread!!!

HD 1_my_roger.gif 1_my_roger.gif

Beh però anche l'idea di un 3d tutto dedicato agli strumenti messo in rilievo dai moderatori non è male...

e voi vecchietti laugh.gif ci postate dentro tutte queste chicche...magari foto con descrizione come ha fatto digirunner..


Inviato da: matt90 il Jul 16 2010, 11:12 PM
QUOTE (digirunner @ Jul 16 2010, 04:56 PM)
ci sarebbe da far conoscere ai tecnici "giovincelli" il nostro glorioso passato in questo campo: CHINAGLIA, CCM, MEGA, Unaohm e altri marchi oramai estinti.

quanto è vero.... a malincuore devo dire che ormai la conoscenza di questi marchi nelle nuove generazioni di elettronici (o se vogliamo di radiotecnici) è pressochè nulla, e lo dico da diretto interessato infatti quello che sò a rigurdo lo devo a un carissimo signore (che purtroppo è morto) che era uno dei produttori che la ICE incaricava di costruire la famosa serie 680 (vi posso garantire che ogni strumento era collaudato all'impossibile) e in ogni caso erano fatti (e penso lo siano ancora) totalmente in italia, gli unici prodotti all'estero erano i multimetri digitali. pensate che questo signore mi raccontava che a metà degli anni 90 con l'avvento dei multimetri digitali le vendite dei 680g (la versione più piccola del 680r) calarono così tanto che non vi era più convenienza ad avere scorte di magazzino cosi vennero buttati centinaia di 680 g nuovi di zecca sad[2].gif sad[2].gif

Inviato da: digirunner il Jul 17 2010, 12:09 AM
QUOTE (matt90 @ Jul 16 2010, 11:02 PM)
cosi vennero buttati centinaia di 680 g nuovi di zecca sad[2].gif  sad[2].gif


SACRILEGIOOOO!!!!!!!! 1_my_nono.gif

Inviato da: bacanaz il Jul 17 2010, 03:18 PM
sono d'accordo con tutti voi, e vi racconto una cosa che mi ha fatto rimanere abbastanza male: alle iti dove vado io ( specializzazione elettronica) ho scoperto che non esiste neanche uno strumento analogico, ho domandato il perchè al mio prof. di laboratorio e mi ha detto che sono stati sostituiti tutti con strumenti digitali perchè gli studenti non erano capaci di usarli!!! e quindi penso prorpio che resteremo in pochi a saper leggere uno strumento a lancetta.....

Inviato da: digirunner il Jul 17 2010, 03:29 PM
Ciao Bacanaz

Una volta avrei detto: bene, quei pochi CHE SANNO, avranno il mondo ai loro piedi.

Invece debbo constatare che il mondo preferisce stare ai piedi di veline e calciatori default_angry.gif

Ma tu vai avanti, non ti far smontare, sii curioso di scoprire, se non altro alleni il cervello! smile0.gif


Inviato da: matt90 il Jul 17 2010, 08:03 PM
beh anche io ho fatto un itis (elettrotecnica) e la strumentazione che usavamo era tutta digitale, anche perchè gli strumenti analogici sono delicati e vedendo i buzzurri che girano nelle scuole non durerebbero più di una settimana (oppure se ancora funzionanti, qualcuno li ruberebbe) però d'altronde questo è il progresso. dalla scuola che ho frequentato prima di fare l'esame di maturità qualche cimelio in attesa della discarica l'ho recuperato!!! happy[1].gif happy[1].gif
questo sotto è un oscilloscopio doppia traccia (a valvole logicamente My_Sorriso.gif ) della unaohm con tubo catodico da 5 pollici sferico (5up1).

Inviato da: matt90 il Jul 17 2010, 08:06 PM
questo è un provalvole a conduttanza mutua unaohm gb26a...

Inviato da: digirunner il Jul 17 2010, 09:04 PM
BELLI questi strumenti MATT! smile0.gif

Meno male che li hai salvati, magari funzionano anche bene My_Sorriso.gif

Il provavalvole poi è sicuramente migliore di tanto surplus che arriva dall'america e, tranne rari casi, è più simile al provavalvole SRE che a uno strumento SERIO rolleyes[2].gif
Il bello è che su ebay raggiungono quotazioni record! beata ignoranza....

P.S. la prossima volta non essere così "tirchio" riguardo le dimensioni delle immagini, pensa anche a noi "quasicinquantenni" NON sei mica di Genova no?

P.S. del P.S. HD, non era riferito a te, tu sei un Genovese atipico My_Sorriso.gif

Inviato da: al8503 il Jul 17 2010, 09:10 PM
In questo periodo ho qualche problema di spazi occupati e non sono riuscito a trovare il mio ICE 680 E che è stato il primo strumento che ho avuto e andava benissimo anche se era un 20.000 ohm/volts.

Metto una foto del Cassinelli 40.000 ohm/volts e anche questo non aveva niente da invidiare al 680 R.

Ora ha il problema che non si leggono più molto bene, la scritte in rosso e ha molti segni di vita vissuta.


my_bye.gif my_bye.gif

Inviato da: matt90 il Jul 17 2010, 10:03 PM
QUOTE (digirunner @ Jul 17 2010, 08:54 PM)
Meno male che li hai salvati, magari funzionano anche bene  My_Sorriso.gif

P.S. la prossima volta non essere così "tirchio" riguardo le dimensioni delle immagini, pensa anche a noi "quasicinquantenni"  NON sei mica di Genova no?

si in effetti funzionano benone!!! 1_my_roger.gif 1_my_roger.gif
a dire il vero sono di Varese (busto arsizio)...in effetti ho risparmiato sulla dimensione delle foto, promesso la prossima volta le metto più grandi!! my_bye.gif

Inviato da: bacanaz il Jul 17 2010, 10:41 PM
belli i 2 strumenti, poi essendo un appassionato valvolare il provavalvole mi farebbe proprio comodo, mentre come oscilloscopio ho un tektronix da 100 MHz a cassetti del 1974. anche qui da me hanno buttato via un sacco di strumenti trai quali un osci della tek mai usato, il mio prof mi ha detto che non si possono prendere le robe che vanno al macero per questioni burocratiche........


ps. bello il cassinelli, se riesco a trovarne uno a poco prezzo lo compero

Inviato da: digirunner il Jul 18 2010, 11:58 AM
QUOTE (bacanaz @ Jul 17 2010, 10:31 PM)
il mio prof mi ha detto che non si possono prendere le robe che vanno al macero per questioni burocratiche........


SIAMO l'unico paese al mondo, che incarica ditte esterne per prendere a martellate il surplus militare, anche NUOVO, mai usato, prima di venderlo come rottame.
Nessun privato può peraltro accedere a queste aste, solo le ditte AMMAFIATE con i ministeri possono farlo.
Per questo noi non avremo una memoria storica degli apparati militari e civili usati dalle nostre amministrazioni (benché non siano poi tanti, siamo sempre stati colonizzati dagli usa)

Che paese di mer-da, che repubblicaccia delle banane, in tutto e per tutto! default_angry.gif [U]

VOGLIO ANDARE VIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA..........

Inviato da: digirunner il Jul 18 2010, 01:42 PM
visto che a qualcuno ha fatto piacere vedere le foto che ho inserito precedentemente, continuo a presentarvi alcuni esemplari della mia "collezione"
Dopo il Cassinelli "NOVOTEST" di AL8503, il fratellino minore "EUROTEST" da 20Kohm X Volt, è stato il mio primo tester, pagato 12.000 lire intorno al 1973, uno dei miei regali di natale, quando gli altri (a 12 anni) pensavano ai trenini.... ero un matto già allora.
Alla sua sinistra uno strumento poco conosciuto, un "tester" della Unaohm, anni 80, caratteristica principale la sensibilità: 50 Kohm X Volt ! smile0.gif

Inviato da: digirunner il Jul 18 2010, 01:51 PM
Questo multimetro "Savoiardo" invece potrebbe mettere d'accordo analogisti e digitalisti, incarnando l'essenza dei due mondi smile0.gif
Particolarità: è tutto in gomma, una costruzione molto particolare, avrei voluto farvi vedere anche l'interno di questi strumenti, ma non voglio approfittare dello spazio del forum (non so se gli amministratori debbono rispettare un limite di spazio, concordato con "forumgratis")

Inviato da: digirunner il Jul 18 2010, 01:58 PM
Ultima foto, per oggi, il multimetro analogico digitale di prima, con accanto, per apprezzare le dimensioni, un voltmetro elettronico della Unaohm, in pratica un "tester" amplificato" sia per avere un'alta impedenza di ingresso (notare infatti l'ingresso col BNC per la sonda tipo oscilloscopio) sia per esempio l'autopolarità, in pratica anche invertendo i puntali, lo strumento si muove sempre nella direzione giusta, ci pensano i due led ad indicare la polarità. Ovviamente essendo elettronico, l'ohmmetro ha lo zero a sinistra, al contrario dei comuni tester. smile0.gif
my_bye.gif

Inviato da: scalzomen il Jul 18 2010, 02:56 PM
Belle foto davvero...sono contento di questo lavoro che stai facendo.

Comunque complimenti per la collezione...invidiabile davvero...


P.S.: se vuoi aumentare il numero delle foto appoggiati a qualche host esterno ( imageshack.us ad es) così non occupi spazio sul forum...e noi possiamo deliziarci ancor di più.

Inviato da: digirunner il Jul 18 2010, 08:25 PM
Ti ringrazio SCALZOMEN, hai ragione potrei appoggiarmi a un sito esterno, ma non l'ho mai fatto e non so come si fa, oltretutto sono pigro, con questo caldo poi!
Tempo indietro avevo anche pensato a fare un sito tutto mio, dove esporre i miei pensieri (inerenti l'elettronica, naturalmente, se parlassi di altro, me lo chiuderebbero subito, sono un po' "ribelle") e anche per postare le foto di tutta la paccottiglia che possiedo, che è veramente tanta.... il collezionismo è una cosa compulsiva e incontrollabile sad[2].gif
Il brutto è che non colleziono solo cose piccole, come quelle che hai visto, ma anche cose notevolmente più ingombranti: videoproiettori, videoregistratori, anche professionali e broadcast, monitor, registratori a bobina, finali audio... perfino un telefono satellitare uguale a quello che usava Peter Arnett nella prima guerra del golfo, contenuto in due splendide ma enormi valige-flight case per un totale di una 70ina di chili di telefono...

purtroppo parte della collezione è finita, un anno fa sotto l'acqua di un'alluvione, rovinandosi irrimediabilmente, insieme a mobili e scaffali, compreso una collezione di riviste invidiabile, annate complete delle migliori riviste dagli anni 50 a oggi, la perdita più grave in tal senso è stata quella relativa a "selezione di tecnica radio TV" li c'era veramente la storia della televisione in Italia.
Non ci crederete ma sono stato male un anno per questo, al punto che non avevo neanche più voglia di venire qui sul forum, a salutare gli amici sad[2].gif

beh, non vado avanti altrimenti mi prendete davvero per matto My_Sorriso.gif

saluti a tutti my_bye.gif

Inviato da: al8503 il Jul 18 2010, 09:07 PM
Ciao digirunner,

ho messo il mio novotest perché stavo seguendo la discussione per l' ICE 680R perché mi ricordava quanto tempo avevo impiegato per acquistare il mio ICE 680E e la soddisfazione una volta acquistato.

Sono rimasto impressionato dai vari tipi di strumenti analogici che hai e come li hai conservati, ce ne sono anche non avevo mai visto, altri invece li ricordo per tanti motivi.
Per quanto riguarda il fatto di mettere le foto su un host esterno, può essere valido, ma sta di fatto che dopo un po' vengono eliminate........

Mi dispiace aver appreso che hai subito dei danni dall'alluvione dell'anno scorso e da quello che dici, ora comprendo perché non eri più presente sul forum.

Mi eri rimasto in mente, perché mi avevi consigliato di usare il FULCRON che io non conoscevo e da allora lo uso tassativamente e quindi ti avevo collegato al flacone spray, prendilo come abbinamento positivo da maestro , non materiale My_Sorriso.gif

Per quanto riguarda la rivista " Selezione di tecnica radio e TV " anch'io ne ho diverse e avevo anche l'abbonamento, era una rivista perfetta, su quello che tratta e come lo trattava, solo gli ultimi anni aveva cambiato un po'.

--un mio pensiero---
In quegli anni era affascinante vedere il risultato di un circuito che ci eravamo costruiti.

my_bye.gif my_bye.gif

Inviato da: digirunner il Jul 18 2010, 09:35 PM
Sono contento che anche tu sia diventato un adepto del FULCRON, prodotto eccezionale.
Hai mai provato a pulire un telaio di TVC che ha soggiornato per anni in una cucina? Dopo il lavaggio sembra...NUOVO!
Non lo consiglio più, nonostante che sia sempre più convinto della sua efficacia, perché ho notato che in molti interpretavano male la segnalazione, come se ha me ne venisse qualcosa... e poi non mi piace insistere, se uno "coglie" bene, altrimenti si arrangia.
Per farti un esempio, un mio amico di Modena, che vedo qualche volta all'anno, tutte le volte che lo incontravo, gli dicevo, sapendo che era il pulitore perfetto per lui: hai provato poi il fulcron? e lui: no, non ancora, non lo trovo, mi dimentico di acquistarlo e cose del genere, quindi ho smesso di chiederlo.
L'ultima volta a Marzaglia, quasi mi bacia "lingua in bocca" dopo avermi detto: ma sai che ho provato il Fulcron? è FANTASTICO! rolleyes[2].gif

Fra l'altro qui non è neanche OFF-topic, si parla di cose vecchie...che vanno pulite, eheheh

occhio però, non pulirci la scala del cassinelli, rischi di trovarti un lamierino di alluminio pulito e brillante ma senza più scritte, eheheh My_Sorriso.gif

my_bye.gif

Inviato da: al8503 il Jul 18 2010, 09:47 PM
Certamente, quel tipo di scale vanno solo pulite con acqua e sapone e anche qui è da vedere.

Difatti io lo consigliavo alle massaie per pulire forni fornelli e griglie aspirafumi.

Eri anche te a Marzaglia in maggio?


my_bye.gif my_bye.gif

Inviato da: digirunner il Jul 18 2010, 09:59 PM
No, a maggio ho saltato, il tempo non prometteva bene se ricordi, e io avevo un sacco di problemi e poca voglia....

a settembre però vedrò di non mancare!

P.S. ho visto la foto del lab nel tuo profilo: sei uno ordinato tu!

io sono un po' più stile "Donald" rolleyes[2].gif

Inviato da: al8503 il Jul 18 2010, 10:24 PM
Io a maggio c'ero e il tempo è stato buono, anche se avevano messo instabile, io a settembre non ci sarò perché ho da fare dei lavori in casa e il tempo mi manca.

Mi piacerebbe avere un laboratorio ordinato, ma non ci riesco, logicamente il banco da lavoro mi piace ampio e pulito, ma bastano 10 minuti per averlo pieno di attrezzi del resto lavoro solo su quel banco.

Dovresti vedere il caos dove ho la rimessa del materiale e dove faccio i lavori pesanti, spero di riuscire a buttare le cose che non servono più o sono distrutte sad[2].gif sad[2].gif

my_bye.gif my_bye.gif

Inviato da: Hardisk il Jul 19 2010, 09:52 PM
Pure io sto tentndo di fare un minimo di ordine, ma , per ora, soltanto a casa. Tentare di riordinare il laboratorio sarebbe un'utopia.....
Ogni giorno elimino montagne di cose, tuttavia sembra che non ci sia mai una fine....


A proposito di strumenti ultramoderni...
Questo amperometro.... digitale..... proviene dalla soffitta in campagna.....

HD 1_my_roger.gif 1_my_roger.gif 1_my_roger.gif

Inviato da: al8503 il Jul 19 2010, 10:01 PM
bello Hardisk,

(mi riferisco allo strumento, mi spiace )

Forse ho sempre anch'io qualcosa di simile, ma è dall'inizio dell'anno che tutti i mesi viene un amico con un'ape a fare un carico di materiale non plastico e ancora non vedo il tramonto.

Comunque domani voglio rovistare.

1_my_roger.gif 1_my_roger.gif

Inviato da: Hardisk il Jul 19 2010, 10:06 PM
Ho recuperato anche un proiettore dei primi del '900 , ma e' incompleto e un oscilloscopio DUMONT a valvole.................

Donald 1_my_roger.gif 1_my_roger.gif

PS: pensare che ...mi ero illuso che il complimento fosse dedicato a me......sigh sigh sigh...

1_my_roger.gif 1_my_roger.gif 1_my_roger.gif 1_my_roger.gif 1_my_roger.gif

Inviato da: gufo2 il Jul 19 2010, 10:23 PM
Ciao,
http://rapidshare.com/files/407872912/DSCN3121.JPG?killcode=2926988951049113408

Correva l'anno 1962..

Inviato da: gufo2 il Jul 19 2010, 10:27 PM
Scusatemi....ho fatto un pò di confusione, non volevo esagerare..

Inviato da: al8503 il Jul 19 2010, 10:51 PM
Mi ricordo questo strumento, l'ho anche usato, ma soltanto stasera ho fatto caso a questo particolare, le viti sono state sostituite, no mi sembra che esistessero delle torx a qui tempi, credo.

my_bye.gif my_bye.gif

Inviato da: digirunner il Jul 20 2010, 01:48 PM
CHE OCCHIO!

comunque, pur sapendo che bisognerebbe mantenere l'originalità, anche nei particolari, ammetterai che le viti della radio elettra erano inguardabili, taglia cacciavite, resta bombata e in ferro trattato male, arrugginivano subito!

le avrei cambiate anche io, magari con qualcosa di meno "moderno" wink[2].gif

Io da qualche parte devo avere il voltmetro elettronico appartenente a quella serie (nera, anni '50) ma è impresentabile, a livello collezionistico: dato che lo usavo, fino a una decina di anni fa, avevo cambiato, sul pannello frontale.... le viti, la spia, il jack con un BNC, le manopole in plastica a becco con qualcosa di meglio impugnabile, roba pregiata, in alluminio pieno tornito, tipo Hi-Fi ma indiscutibilmente troppo moderne dry.gif e anche il plexiglas dello strumento che era ingiallito e poco trasparente.

Magari prima o poi lo rimetto "in pristino" per il "museo" My_Sorriso.gif

Inviato da: gufo2 il Jul 20 2010, 09:33 PM
QUOTE
le viti sono state sostituite, no mi sembra che esistessero delle torx a qui tempi, credo.


Complimenti, non mi ricordavo neanch'io di aver sostituito le viti! Comunque sono le unche non originali dello strumento. Confermo che a quei tempi le torx non esistevano, incominciavano appena a vedersi le viti con testa a croce.

Ciao my_bye.gif my_bye.gif


Inviato da: al8503 il Jul 20 2010, 09:42 PM
Salve,

si digirunner c'era delle viti che si slabbravano soltanto a svitarle senza sforzo.

gufo2, sei te che hai messo la foto molto grande e quando si spulcia, si vede tutto.

1_my_roger.gif 1_my_roger.gif

alle prossime....
my_bye.gif

Inviato da: bacanaz il Jul 24 2010, 11:44 AM
ciao a tutti, oggi ho avuto l'occasione di trovare un microtest80 della ice per 5 euro
l'ho preso subito!

Inviato da: digirunner il Jul 24 2010, 01:19 PM
Ottimo!

è proprio carino il microtest 80 smile0.gif

speriamo sia in buone condizioni, soprattutto il microamperometro!

my_bye.gif

Inviato da: bacanaz il Jul 24 2010, 05:21 PM
QUOTE (digirunner @ Jul 24 2010, 01:09 PM)
Ottimo!

è proprio carino il microtest 80 smile0.gif

speriamo sia in buone condizioni, soprattutto il microamperometro!

my_bye.gif

sisi è tenuto benissimo e funziona perfettamente su tutte le portate

Inviato da: Hardisk il Jul 24 2010, 09:08 PM
Come gia' detto in precedenza, in altri post...dlle mie parti si chiama -ARSCH!!!-

HD

Powered by Invision Power Board (http://www.invisionboard.com)
© Invision Power Services (http://www.invisionpower.com)