W le Gnocche



  Reply to this topicStart new topicStart Poll

> David Bowie, Un vero artista
Longshot
Inviato il: Oct 23 2005, 07:36 PM
Quote Post


Charlie Brown
***

Gruppo: Members
Messaggi: 400
Utente Nr.: 5
Iscritto il: 19-December 04



Cosa dire di David Bowie?
Semplice, è un vero artista!!!
Non un semplice musicista, uno che è passato tra rock, galm, punk, soul, elettronica, sperimentazione, dance, pop, heavy-metal, quindi di nuovo rock/sperimentale.
I maligni dicono che in realtà sia solo un buisness-man, pronto a seguire la moda del momento. Francamente a me sembra un sciocchezza, sia perchè le canzoni (bellissime) che ha scritto dimostrano il talento, sia perchè molto spesso è stato lui ad anticipare mode e tendenze musicali (basti pensare all'uso dei sintetizzatori derante il periodo berlinese), inoltre ha avuto il coraggio di cambiare sempre e comunque, anche quando era al top. Senza dimenticare che quando ha fatto album solo per far soldi lo ha ammesso in seguito (si riferiva al periodo 84-89).
Qual è il vostro Bowie preferito?
Ha sfornato tantissimi capolavori (e anche qualche flop), dagli esordi di Space Oditty (l'omonima canzone è veramente bellissima), passando per Hunky Dory e il periodo di Ziggy Stardust, quello americano, quello berlinese, la svolta di Scary Monsters (anteprima anni 80), quella dance, i flop della seconda metà degli anni 80, l periodo metal con i Tin Machine, la resurrezione di Outside (95) fino agli ultimi album recenti (di cui però ho sentito veramente pochissimo e vorrei ascoltare qualcosa di +).
Personalmente amo molto le canzoni di Ziggy Stardust, nonchè quelle del periodo berlinese (una perfetta fusione fra rock ed elettronica ed avanguardia), le mie canzoni preferite sono proprio Ziggy Stardust ed Heroes, ma ce ne sono tante anche dei rimanenti periodi da Space Oditty a life on Mars, Rebel Rebel (un riff veramente incredibile), ecc..
Voi cosa ne pensate? Vi piace Bowie? O forse vi da fastidio la sua maniacale attenzione per il look?

X Patti: Di Labyrinth ho un gran bel ricordo, ma ormai sempre + vago, visto che non lo passano in tv da + di 10 anni, quando lo vidi all'epoca (intendo quando ero piccolo) rimasi impressionato da tutto, in particolare da palazzo del re dei folletti (Bowie) con tutte le scale al contrario...tu che ricordo hai?


--------------------
...and we can beat them, for ever and ever
Oh we can be Heroes,
just for one day
PMEmail Poster
Top
Longshot
Inviato il: Nov 1 2005, 12:52 PM
Quote Post


Charlie Brown
***

Gruppo: Members
Messaggi: 400
Utente Nr.: 5
Iscritto il: 19-December 04



Oh, però non potete farmi aprire un topic senza che poi nessuno ci risponda!!!!!!
Suvvia, uno come Bowie non mirita di essere ignorato, se non vi piace stroncatelo pure....
user posted image


--------------------
...and we can beat them, for ever and ever
Oh we can be Heroes,
just for one day
PMEmail Poster
Top
Luis
Inviato il: Nov 5 2005, 06:14 PM
Quote Post


cosa c'è? stai sul frocio?
***

Gruppo: Admin
Messaggi: 702
Utente Nr.: 3
Iscritto il: 18-December 04



purtroppo non ho approfondito david bowie...a parte heroes ho ascoltato poche altre cose....prossimamente mi rifarò!


--------------------
"la vita è fatta così
non si sa mai dove andrà a finire
la cacata dell'uccellino!"
(Bugo)
PMEmail Poster
Top
Patti
Inviato il: Nov 6 2005, 06:24 PM
Quote Post


Member
**

Gruppo: Members
Messaggi: 20
Utente Nr.: 23
Iscritto il: 11-September 05



Non ti crucciare...ti rispondo io!
Neanch'io conosco molto, ma ultimamente sto ascoltando molto l'album "Heroes" che mi sembra un ottimo lavoro dalle atmosfere suggestive ed ipnotiche: ci sono dei pezzi che proiettano in una specie di trance. Non so se sono io ad essere predisposta a questo tipo di esperienze...però a me fa quest'effetto!
Ieri mi è capitato di ascoltare "Tonight" e mi è sembrato decisamente su un'altra rotta. Soprattutto per alcune atmosfere reggae che, e picchiatemi pure, è un genere che non sopporto minimamente. Bowie è un alieno musicale di cui avere cura e di cui interessarsi nel sempre più desolato scenario della musica odierna...SNIFF SNIFF!
PMEmail Poster
Top
Luis
Inviato il: Nov 6 2005, 06:36 PM
Quote Post


cosa c'è? stai sul frocio?
***

Gruppo: Admin
Messaggi: 702
Utente Nr.: 3
Iscritto il: 18-December 04



QUOTE (Patti @ Nov 6 2005, 06:24 PM)
Soprattutto per alcune atmosfere reggae che, e picchiatemi pure, è un genere che non sopporto minimamente. scenario della musica odierna...SNIFF SNIFF!

-approva1.gif CONCORDO


--------------------
"la vita è fatta così
non si sa mai dove andrà a finire
la cacata dell'uccellino!"
(Bugo)
PMEmail Poster
Top
Longshot
Inviato il: Nov 6 2005, 09:36 PM
Quote Post


Charlie Brown
***

Gruppo: Members
Messaggi: 400
Utente Nr.: 5
Iscritto il: 19-December 04



QUOTE
Bowie è un alieno musicale di cui avere cura e di cui interessarsi nel sempre più desolato scenario della musica odierna...SNIFF SNIFF!


Parole sacrosante!!!!
Bowie è veramente un caso unico nel panorama musicale, mi spiace che (qui in Italia) non sia conosciuto come merita. Luis, è un vero peccato che tu non conosca a dovere Bowie (quando scendi potremo rimediare), anche perchè conoscendo i tuoi gusti, il Bowie del periodo sperimentale (quello di "Heroes", pe intenderci) dovrebbe piacerti tanto, ma dovrebbe piacerti anche quello glam-rock-punk (Ziggy Stardus).
Riguardo al post di Patti, effettivamente "Heroes" fa quell'effetto anche a me, per le sonorità, i ritmi, la voce di Bowie, nonchè per come è strutturato l'album: c'è un'impennata fino ad Heroes, poi inizia una parabola discendente prima con le canzoni cantate, poi con quelle strumentali, infine l'ultima canzone si collega all'album successivo...
Tonight è invece definito da molti il + brutto album di Bowie...

Ci sarebbe tanto da dire sull'artista più poliedrico che ci sia, tantissimi album tantissimi generi, tantissime belle canzoni...
user posted image


--------------------
...and we can beat them, for ever and ever
Oh we can be Heroes,
just for one day
PMEmail Poster
Top
Longshot
Inviato il: Jan 19 2006, 07:29 PM
Quote Post


Charlie Brown
***

Gruppo: Members
Messaggi: 400
Utente Nr.: 5
Iscritto il: 19-December 04



Stamattina leggevo sul giornale un affettuoso omaggio a Bowie a causa della ricorrenza che cade oggi: esattamente 40 anni fa smatteva di esistere David Jones e nasceva David Bowie con l'uscita di un 45 giri, il successo era ancora lontano ma quello fu l'inizio...mica male...40 anni!!!!

Visto che ero deficitario di un parere sugli album di Bowie + recenbti rimedio dopo un intenso ascoltocon un telegrafico commento:
Outside (1995) è veramente straordinario anche se forse è decisamente troppo sperimentale e quindi non piacevole per tutti, secondo molti è il suo ultimo capolavorio, Earthling (1997) è totalmente diverso dal suo predecessore ma nonostante il genere stranissimo (Jungle) suona molto bene, Hours (1999) è una riflessione sul tempo con ballate molto lente e toccanti, infine il suo ultimo semi- capolavoro Heaten (2002) è un omaggio a se stesso, ho detto semi perchè forse tende ad autocelebrarsi un po' troppo... mi manca solo Reality del 2003 ma le critiche non ne hanno parlato troppo bene...

Per chi fosse curioso questo è un link ad un sito curatissimo, vi troverete l'avventurossissima biografia nonchè tutti i testi con relative traduzioni, vi accorgerete che è un poeta...


--------------------
...and we can beat them, for ever and ever
Oh we can be Heroes,
just for one day
PMEmail Poster
Top
Luis
Inviato il: Jan 20 2006, 12:29 PM
Quote Post


cosa c'è? stai sul frocio?
***

Gruppo: Admin
Messaggi: 702
Utente Nr.: 3
Iscritto il: 18-December 04



Ho ascoltato sia Outside che Ziggy Stardust in maniera molto frettolosa, pertanto mi riprometto di riascoltarli. Outside mi è piaciuto di + con le peculiari sonorità elettroniche, ma per ora il mio preferito, nonchè l'unico che ho apprezzato veramente rimane Heroes.


--------------------
"la vita è fatta così
non si sa mai dove andrà a finire
la cacata dell'uccellino!"
(Bugo)
PMEmail Poster
Top
Longshot
Inviato il: Jan 22 2006, 08:01 PM
Quote Post


Charlie Brown
***

Gruppo: Members
Messaggi: 400
Utente Nr.: 5
Iscritto il: 19-December 04



Se hai apprezzato "Heroes" ti dovrebbe piacere anche Low, primo album della triologia berlinese (il terzo si chiama Lodger) e gemello di "Heroes" per le sonorità sperimentali e la struttura (un lato cantato l'altro solo strumentale), le differenze riguardano soprattutto i contenuti più cupi e disperati. Non a caso Low vuol dire anche depressione e all'epoca Bowie era alle prese con la disintossicazione dalla cocaina in quel di Berlino (tra l'altro il posto meno indicato per evitare le droghe), questo suo particolare stato mentale rende la triologia davvero unica nella storia della musica.

Purtroppo non ho Low fra le mani, ho solo un singolo che penso di averti passato, mi riferisco al bellissimo Sound & Vision, come dice il titolo l'ascolto porta anche a qualcosa di + (almeno per me)
user posted image user posted image user posted image


--------------------
...and we can beat them, for ever and ever
Oh we can be Heroes,
just for one day
PMEmail Poster
Top
Longshot
Inviato il: May 5 2006, 07:29 PM
Quote Post


Charlie Brown
***

Gruppo: Members
Messaggi: 400
Utente Nr.: 5
Iscritto il: 19-December 04



Purtroppo sono stati cancellati diversi messaggi, provo a riprendere il discorso da dove l'avevo lasciato, mi ero ripromesso di parlare di Station to station, forse è la volta buona...

Visto che (sul questo forum) c'è chi dice che Bowie è sempre rimasto uguale a sè stesso (avendo ascoltato tra l'altro ben poco), penso che l'ascolto di un album come Station to station farebbe cambiare idea a chiunque...

Premessa: siamo alla fine del 1975, dopo lo stratosferico successo dell'era glam (Hunky Dory-Ziggy Stardust-Alladin Sane) il rock di Diamond Dogs e la volta soul (ma anche commerciale) di Youngs Americans con conseguente conquista del pubblico USA Bowie sprofonda nella tossicodipendenza più nera. Chiuso per mesi un casa in preda ad incubi, allucinazioni ed ossessioni spaventose nutrendosi di solo gelato, qundo ormai sembrava prossimo alla morte Bowie va in sala di registrazione (ammetterà di non ricordare nulla della composizione/incisione dell'album) e da tutti i suoi incubi tirerà fuori Station to Station e il suo nouvo alter ego: il Duca Bianco.
Nell'album Bowie miscela tutte le sue ossessioni dell'epoca: Nietzche, la cabala, l'occoltismo, i mass media, l'odio verso gli Stati Uniti e l'orgoglio europeo. Orgoglio rappresentato proprio dal Duca, un aristocratico freddo, distaccato, alienato dal mondo e dalla modernità tutte le paure e le nevrosi di Bowie saranno scaricate su di lui. Musicalmente l'album è interessantissimo, incredibile la fusione tra le calde sonorità dell'r&b e i freddi suoni dell'elettronica con un risultato capace di affascinare anche i non amanti del genere soul (come me).

Station to station è il primo passo di quello che sarà uno dei periodi più belli della vita musicale di Bowie, dopo il tour si trasferirà a Berlino e darà vita a quella triologia che cambierà il modo di fare (e intendere) la musica.
Le canzoni della triologia riflettono la sua lotta alla tossicodipendenza (che in StoS la fa da padrona) e alla depressione l'ulteriore passo avanti sarà fatto dal gettare la maschera e non avere più bisogno di un alter ego per parlare di come si vede il mondo e sè stessi.
user posted image
Alla prossima.


--------------------
...and we can beat them, for ever and ever
Oh we can be Heroes,
just for one day
PMEmail Poster
Top
Luis
Inviato il: May 27 2006, 01:42 PM
Quote Post


cosa c'è? stai sul frocio?
***

Gruppo: Admin
Messaggi: 702
Utente Nr.: 3
Iscritto il: 18-December 04



ho ascoltato Scary Monsters! La maggior parte dei pezzi sono risultati orecchiabili, ma i capolavori sono Ashes to Ashes (l'avrò ascoltata 7 volte), Scream Like a Baby e Crystal Japan....mi ha sorpreso molto la cover di Alabama Song dei Doors smile.gif


--------------------
"la vita è fatta così
non si sa mai dove andrà a finire
la cacata dell'uccellino!"
(Bugo)
PMEmail Poster
Top
Longshot
Inviato il: May 28 2006, 07:00 PM
Quote Post


Charlie Brown
***

Gruppo: Members
Messaggi: 400
Utente Nr.: 5
Iscritto il: 19-December 04



Beh, Ashes to ashes è davvero un capolavoro. In quella canzone il testo è molto importante: Bowie fa il punto della sua vita, guardandosi indietro in maniera un po' distaccata, disillusa, malinconica (il Major Tom di cui parla era il suo alter ego in space oditty il suo primo successo),.
I testi delle canzoni di Bowie sono delle vere e proprie liriche quindi consiglio questo link per avere un ottima traduzione di tutti i testi.

P.S.Luis, se vai alla sezione su Outside oltre la traduzione dei testi vi sono 2 link che spiegano la storia raccontata dai pezzi (molto complessa ma affascinante)

P.P.S. Di scary monsters a me piacciono moltissimo le 2 It's no game, io ho la versione originale e Cristal Japan e Alabama song non ci sono sad.gif


--------------------
...and we can beat them, for ever and ever
Oh we can be Heroes,
just for one day
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topic Quick ReplyStart new topicStart Poll


 




Provided by Forumgratis.com - Crea il tuo forum Gratis ora - Segnala Abuse

Coolnetwork Hosting Solution